Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

logo

Sacro Monte di Orta

EMERGENZA COVID-19

Disposizioni attuative della Regione Piemonte

Fatte salve le disposizioni di fruizione dei luoghi in base alla normativa vigente, i visitatori devono rispettare scrupolosamente le regole fondamentali di:

  • uso della mascherina 
  • mantenimento della distanza
  • igienizzazione delle mani

I visitatori sono inoltre informati che, per motivi di sicurezza sanitaria, alcuni servizi potrebbero subire modifiche o sospensioni.

Parco: tutti i percorsi sono aperti.

Cappelle: sono aperte da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 16.00 le cappelle VII, X, XIII, XIV, XVII e XX, con possibilità di affacciarsi, senza oltrepassare la catenella; tutte le altre cappelle sono temporaneamente chiuse.

Chiesa e celebrazioni: la chiesa è aperta dal martedì alla domenica. Per maggiori informazioni: tel. 0163 51131.

Aree attrezzate e aree pic-nic: temporaneamente chiuse.

Servizi igienici: aperti.

 

Il Sacro Monte si trova in un contesto paesaggistico straordinario, su un promontorio boscoso che si protende nel lago di Orta. Venti cappelle immerse nella natura illustrano con sculture e pitture gli episodi della vita di San Francesco, distribuite lungo un percorso che si snoda sulla cima del monte, aprendo spettacolari vedute sul lago e sull'isola di San Giulio.

La prima idea della comunità di realizzare un itinerario religioso sul modello del Sacro Monte di Varallo risale al 1583, ma si concretizzò soltanto nel 1590 grazie all’apporto dell’abate novarese Amico Canobio e al progetto dell'architetto cappuccino Cleto da Castelletto Ticino. Tra il 1593 e il 1615 il vescovo di Novara Carlo Bascapé divenne il vero protagonista del cantiere, decidendo la successione di scene da realizzare all'interno delle cappelle, stabilendo con Cleto da Castelletto la struttura architettonica del complesso e chiamando ad Orta artisti di notevole fama.

Le statue e i dipinti del Sacro Monte compongono scene di grande realismo, dove le atmosfere intime e naturali tipiche dell'arte lombarda di primo Seicento si combinano con la vivace teatralità barocca di fine secolo. Tra gli artisti che lavorarono al Sacro Monte di Orta, spiccano i Fiammenghini, il Morazzone, Cristoforo Prestinari, i fratelli d’Enrico, Dionigi Bussola e i fratelli Nuvolone.

Il percorso di visita termina all'interno della chiesa di San Nicolao, edificio proto-romanico, completamente rimodellato nel corso del XVII secolo ad imitazione della Basilica inferiore di Assisi, che ospita l'antico gruppo ligneo della Madonna della Pietà (XIV secolo).

La bellezza del paesaggio, il silenzio e il rapporto armonico tra arte, architettura e natura riflettono pienamente la spiritualità francescana.

Mappa

item.title

{{item.title}}

{{item.shortDesc}}

{{item.locationName}}

Vedi nel dettaglio

I Sacri Monti

Contatti

Ente di gestione dei Sacri Monti, Riserva speciale del Sacro Monte di Orta

Località Sacro Monte , 28016 Orta San Giulio

Tel: + 39 0322 911960 E-mail: info.orta@sacri-monti.com Sito web: http://www.sacrimonti.org



I nostri media


Questo portale www.sacrimonti.org è un progetto finanziato a valere sui fondi della Legge 20 febbraio 2006, n. 77
Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale inseriti nella lista del patrimonio mondiale posti sotto la tutela dell'UNESCO
This work was carried out with funds made available under Law 77 of 20 February 2006


Progetto Interreg "MAIN10ANCE" ID 473472

 logo Progetto Interreg MAIN10ANCE

logo linkedin       logo facebook        logo instagram